La complicità tra i sessi

Directly below shot of multiethnic medical team stacking hands over white background

Negli ultimi anni le iscrizioni femminili agli istituti tecnici sono , come sempre,in grandissima minoranza. La motivazione si trova essenzialmente nell’interesse riguardo le materie di indirizzo, materie preferite principalmente da ragazzi , oppure nelle titubanze dell’ approcciarsi continuamente con il sesso opposto . Difatti nell’età preadolescenziale si tende a differenziarsi per le profonde disuguaglianze di natura caratteriale e per la differenza di interessi , distinti tra maschili e femminili. Molte di queste titubanze nascono proprio dalle caratteristiche dell’adolescenza , le quali dipendono da molti fattori: il carattere,l’immagine che si ha di sé, il modo in cui si è cresciuti, la situazione dei rapporti sociali e familiari , ecc… Naturalmente queste incertezze possono o non possono manifestarsi ;tutto dipende da molteplici fattori. Se si è convinti del proprio interesse in ambito scolastico non si dovrebbero creare preoccupazioni  riguardo alla presenza di una maggioranza maschile o femminile.

 L’importanza dei rapporti tra generi differenti , nell’adolescenza , è elevata, in quanto la caratteristica principale di questo processo evolutivo è la creazione della propria identità : lo scambio di idee, la creazione di punti di vista differenti , l’abbattimento degli stereotipi sociali, la comprensione e l’empatia. Si continuano a ricercare le differenze su ciò che si crede di essere e ciò che si è. Il confronto è il modo migliore per velocizzare questo processo, e confrontandosi con l’altro genere si permette a se stessi di maturare più velocemente. Percui sarebbe giusto promuovere l’uguaglianza tra sessi, però valorizzando la differenza tra essi traendone interessanti spunti per la propria crescita ed arricchimento personale . La distinzione di genere sposta il riferimento sul piano dell’esperienza psicologica, relazionale e culturale. È necessario riconoscere la ricchezza della pluralità dei contributi che ognuno offre. Precludere una scelta scolastica di proprio interesse ,in base alla sostanziale differenza di genere, significherebbe negare un confronto, costruttivo per se stessi, che risulterà inevitabile in un futuro. In una società come quella attuale articolata e complessa, pluralista, multietnica e sempre più diversificata al suo interno, appare inevitabile porre attenzione alle differenze e pensare ai valori della convivenza in una dimensione molto più vasta rispetto al passato, in una visione di impegno concreto contro le discriminazioni e le prevaricazioni.  

Quindi, il non accettare  le differenze biologiche e psicologiche nel confronto tra sessi diversi, vuol dire limitare se stessi e rifiutare la complessità dei rapporti che risiede nei due generi ,maschile e femminile.