#FuturoProssimo – Mentana incontra i giovani

Il giornalista Enrico Mentana

Il tutto è iniziato da un invito della professoressa di italiano che ci ha messo al corrente di un incontro con il famoso giornalista italiano Enrico Mentana il 22 gennaio presso il Polaresco di Bergamo.
Enrico Mentana è un giornalista e conduttore televisivo italiano, fondatore del TG5 e direttore di esso dal 1992 al 2004.
Dal 30 giugno 2010 è invece direttore del Tg La7.
È cresciuto nel quartiere milanese del Giambellino, ha frequentato il liceo classico “Alessandro Manzoni”, aderendo anche a gruppi giovanili politicizzati come accadeva in quel periodo.
Si è iscritto alla facoltà di Scienze Politiche dell’Università Statale di Milano, ma non si è mai laureato.
Il 2 febbraio del 1982 è diventato un giornalista professionista.
Questo incontro ha fatto parte di un progetto promosso dal Comune di Bergamo, “#FuturoProssimo”, per cercare di costruire delle proposte sul lavoro giovanile.
Non molti giorni prima di questo incontro ha fondato una nuova testata giornalistica online e totalmente gratuita chiamata “Open”, gestita da 20 giornalisti promettenti sotto i 33 anni, scelti all’interno di migliaia di curriculum ricevuti.
Per abbattere gli ostacoli occorre una maggiore informazione, una maggiore conoscenza di ciò che sta accadendo intorno a noi. Proprio per questo il giornalista ha voluto credere in un quotidiano visibile attraverso il cellulare, l’oggetto forse più usato dai giovani per il mondo della comunicazione e dell’informazione. Il progetto non ha scopo di lucro, i ricavi verranno usati per avere un maggior numero di giovani collaboratori.

Questa novità è stata uno degli argomenti principali della conferenza, oltre che a qualche riflessione sul nostro Paese, che purtroppo dà poche opportunità ai più giovani. Il giornalista non giustifica però quest’ultimi, che a detta dell’interessato non sono affamati di successo, “manca la fame di farcela”.

Mentana all’incontro con gli studenti

Il tutto, condito da qualche battuta e qualche frecciatina che non fanno mai male, come per esempio citando il reddito di cittadinanza.
Ha lasciato poi spazio ai giovani presenti. Rispondendo ad una domanda di una ragazza, Enrico Mentana dice di non avere l’illusione che qualcuno più grande di noi ci insegni la strada. Non bisogna mimare ciò che esiste già solamente per essere sicuri di non sbagliare. Occorre richiedere e cercare di avere dei cambiamenti, l’unione fa la forza.
Una sensazione che abbiamo provato durante la sua conferenza, come anche mentre si seguono le sue trasmissioni, è quella di imparzialità e oggettività.
Offre un’esposizione dei fatti nudi e crudi, con dei commenti che ci permettono di avere una visione il più possibile completa, a 360°.
E così ci ha salutato, uscendo dal Polaresco con una macchina ibrida guidata da un autista, per poi essere in diretta nazionale su La7 alle 20:00 in punto, come ogni sera.

Davide B., Simone C., Marco P., Samuele R. – classe 2B

https://youtu.be/ZL8erldrDPI
Video realizzato dai ragazzi di 2B dopo l’incontro con Mentana al Polaresco