Friday for future: c’eravamo

Eravamo in oltre 4.000 il 15 Marzo nel centro della nostra città: alunni appartenenti a scuole di tutta la Bergamasca scesi in strada a manifestare in supporto alla lotta contro l’inquinamento e la conseguente variazione  climatica che sta distruggendo il nostro pianeta. I giovani , con striscioni e cartelli,  si sono ritrovati di fronte alla stazione e tutti i rappresentanti degli istituti superiori sono stati chiamati a divulgare le loro idee su di un palco. L’idea è stata bene accolta e tra musica e discorsi i ragazzi hanno raccolto le firme e si sono preparati al corteo. Certo, forse non tutti erano lì perché avessero veramente a cuore la salvaguardia nel nostro pianeta, c’era anche chi era a Bergamo città solo per saltare qualche noiosissima lezione, nonostante tutto però sono convinto che anche chi fosse a protestare solo per stare in compagnia di qualche amico e divertirsi fuori scuola sia tornato a casa con qualche riflessione o qualche idea per cambiare il mondo.
Confesso che è stata un’ottima occasione per divertirsi e conoscere nuova gente e nuovi pensieri; la manifestazione era pacifica quindi non vi sono stati né atti di violenza né atti vandalici, infatti, la piazza è rimasta perfettamente pulita dopo il nostro passaggio.

Il corteo si è aperto dopo un paio d’ore con in testa una camionetta seguita da una fila interminabile di manifestanti che esultavano con cori a supporto della loro tesi. Ovviamente il corteo non è passato inosservato, infatti per farsi riconoscere i giovani partecipanti avevano tutti delle macchie verdi sul viso. Il corteo si è chiuso nella piazza del Comune con tutti i ragazzi seduti a terra, in quei momenti sono state lette le frasi presentate all’ONU dall’attivista Greta Thunberg, rivoluzionaria ragazza che ha dato vita a questa manifestazione, e sono state raccolte diverse firme che sono state poi presentate al Comune di Bergamo assieme ad alcune  richieste di cambiamento da parte dei manifestanti, per esempio: ridurre il traffico stradale e l’inquinamento luminoso

Lorenzo C.,Lorenzo P. , Alessandro C.3An